Racconti dell’West.Ne ammazza piu’ la gola che le pistole.

In un piccolo paese di frontiera dove il creptio delle pistole regna sovrano,arriva un carrozzone di migranti.Sono siciliani.Un casolare e’ trasformato in trattoria.Presto il profumo della cucina siciliana si diffonde per la prateria.Iprofumi  della pasta con i broccoli alla palermitana,delle fave pizzicate con la verdura,delle cassate ,dellele pizze alla napoletana, dei cannoli alla trapanese  e di tante altre leccornie invadono le vallate.Presto il piccolo paese si allarga,le trattorie  si moltiplicano.Le sparatorie danno il passo agli edifici dove si cura l’obesita’ .Il becchino torna a lavorare di buzzo buono:gli infarti sono all’ordine del giorno.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *