I racconti del mistero.Il parente.

Spesso vado a fare visita ad un mio vecchio copsho di scuola.Disacendente da una famiglia patrizia,abita in unas villa ottocentesca ,circondata da un antico parco.Ricoprdiamo i vecchi tempi sorseggiando del marsala invecchiato.Una sera ,mi accolse il maggiordomo.Mi fece accomodare in biblioteca,Era una immensa biblioteca piena di antichi libri rari.Mentre aspettavo il mio amico,gironzolavo ,aprendo qualche antico volume.Senti’ un leggero rumore,e mi accorsi che c’era qualcuno.In un angolo,seduto d un tavolino stava un vecchio signore,Aveva i capelli bianchi, un occhiale a stringinaso ,ed era vestito con foggia ottocentesca.Mi avvicinai.Alla luce della lampada,scorsi che stava leggedo un grosso volume.Sembro’ non accorgersi di me.Intanto la porta si apriva e entrava il mio amico.Gli indicai l’ospite sedutro nell’angolo.Mi disse di non badarci.Era un suo antenato,che spesso veniva a consultare dei libri.Me lo indico’in un quadro appeso nella biblioteca.Mentre ci apprestavamo ad uscire per andare in salotto,mi accorsi che il parente era scomparso.:-Non sta molto-:commento’ il mio amico.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.