I racconti del cuore.Il giudizio.

Angelina era una bimba vivace.Amava la sua mamma.Ma un giorno,tra la folla ,l a mamma la perse di vista.E non la rivide mai piu’.Passarono gli anni,Angelina crebbe e divenne una donna di successo.Un giorno fu chiamata a fare da giurato in un processo per omicidio.L’imputata era una anziana donna.Le prove erano schiaccianti e i punti oscuri erano pochi.Quasi sicuramente ,la pena capitale attendeva la donna.Ma  Angelina noto’ qualcosa di strano:la mano sisistra dell’imputata portava un vistoso difetto,il dito mignolo era lungo quanto l’indice.Un ricordo atroce attanaglio’ Angelina.Ricordava quella mano,ricordava le carezze di quella mano.Analizzo’ con cura i fatti dell’omicidio e trovo’ una falla nelle accuse.Riusci’ a convincere gli altri giurati e fece assolvere l’imputata.Inutile dire che Angelina si riuni’ alla sua mamma  e insieme vissero felici.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *