Accelli niuri ru curaddraru.Le cozze del pescatore di coralli.

Le feluche dei pescatori di corallo stavano parecchi giorni fuori.E la ciurma si nutriva di quello che si pescava o raccoglieva.Le coste nordafricane, erano allora immacolate e ricche di coralli, pesce e frutti di mare.Questa antica ricetta si faceva a bordo.Un Kg circa di cozze.Si fanno aprire le cozze a vapore in una pentola coperta.Si toglie la parte del guscio dove non si trova il mollusco.Si prepara un pesto in olio di aglio,sarda salata diliscata , semi di finocchio e peperoncino.Si mischia il pesto con origano ,con qualche  galletta secca sminuzzata e si distribuisce sulle cozze sistemate in una capiente padella.Qualche goccia di vino sulle cozze,un po’ d’acqua nella padella che si copre e si mette sul fuoco.Cinque minuti minuti di cottura  e si potevano gustare le cozze col profumo del mare.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.